Gastronomia Arezzo

Itinerario del Gusto provincia di Arezzo

Itinerario del Gusto provincia di Arezzo

Arezzo e provinicia offrono moltissime ed originali delizie e specialità gastronomiche. Vini di particolare pregio della zona sono il “bianco vergine” della Valdichiana e il Chianti. I principali prodotti dell’agricoltura aretina sono gli allevamenti di bovini di razza chianina, allevamenti di suini, grani, barbabietole da zucchero, tabacco.

Gastronomia e piatti tipici del territorio aretino

Anghiaricrostini della “Nena”, zuppa di pollo, beccaccie farcite, sformati di tordi tartufati.

Arezzo e dintorni: crostini di milza e fegato, pappardelle alla aretina, pappardelle sulla “lepre”, anatra all’aretina, anatra e oca in porchetta, fegatelli, pollo allo spiedo, arrosti misti, carciofi e zucche di Pietro Aretino.

Bibbiena: pastasciutta con la ricotta, fagioli al fiasco, prosciutto del Casentino, finocchiona.

Caprese Michelangelo: tortelli di “Michelangelo”, polenta con i funghi, polenta con salsiccie, cacciagione, funghi, pecorino secco di “Sovaggio”.

Cortona: bistecche alla cortonese, cacciagione, arista, porchetta allo spiedo.

Foiano della Chiana: zuppa “frantoiana”.

Fragaiolo di Caprese: castagne arrosto, castagne lesse al finocchio.

Giovi: anguilla e pesce dell’Arno al “tegamaccio”, pappardelle alla lepre.

Loro Ciuffenna: trote “odorose”, trote “regali”

Lucignano: torta di Lucignano.

Monte Mignaio: trote affogate, trote alla paesana.

Montevarchi: pollo del Valdarno allo spiedo.

Pian di Scò: pollo del Valdarno in porchetta.

Pieve S. Stefano: uccelli allo spiedo, funghi, torta casalinga.

Poppi:lepre del conte di Poppi, trote del vescovo.

Porciano: “scottiglia” (cacciucco di carne).

Rassina: zuppa di pane, nana e coniglio in porchetta.

S. Giovanni Valdarno: Stufatino di vitello.

Sansepolcro: tagliolini all’uovo, pastasciutta con i “prugnoli”, ravioli, sformati di verdure e rigaglie, cacciagione.

Stia: gnocchi di ricotta alla casentinese.

Strada: stufato alla campaldino.