Luoghi e Immagini Toscana

Chianciano Terme – Terme arte e natura

Chianciano Terme - Terme arte e natura

Chianciano Terme – Terme arte e natura

 

A cavallo tra la Val d’Orcia e la Valdichiana, tra colline boscose di querce, faggi, lecci e castagni in un ambiente sano ed incontaminato sorge Chianciano Terme, una delle località termali più famose d’Europa, e già nota in epoca etrusca come sede di un tempio salutare ubicato presso la sorgente Sillene.

Chianciano Terme unisce alla tranquillità ed alla bellezza dei paesaggi, il piacere di dedicarsi al proprio corpo grazie alle favolose acque termali che hanno reso celebre questa località già in epoca romana.

La Chianciano antica sorge dentro le mura e si collega alla parte nuova della città attraverso il Viale della Libertà. Famosi l’imponente Castello dei Conti Manenti, detto il Monastero e la Torre dell’Orologio.

Negli ultimi anni sono state numerose le scoperte archeologichee che hanno riportato alla luce significative testimonianze risalenti fino al sec. VII a.C. Reperti archeologici conservati presso il Museo Civico Archeologico “Delle Acque” inaugurato nel 1997.
Di grande bellezza, il frontone fittile di un tempio del Sec. 11 a.C. scoperto presso la sorgente dei Fucoli.
Dal Museo sono possibili visite alla tomba con soffitto dipinto in località La Pedata, alla fattoria
di Poggio Bacherina e agli edifici termali di Mezzomiglio.

L’altro museo a Chianciano Terme è il Museo della Collegiata, all’interno del centro storico. Contiene opere di pittura e scultura di particolare interesse. Si segnalano: un grande “Crocifisso” (Sec. XIV) della scuola di Duccio di Buoninsegna, un polittico raffigurante “Madonna col Bambino e Santi” (Sec. XIV) di Scuola senese, eseguito dal Maestro di Chianciano Terme, una statua lignea raffigurante “Madonna col Bambino”, opera di un seguace di Nicola Pisano.Il museo presenta inoltre numerosi paramenti e arredi sacri.

La Località di Chianciano Terme è famosa in tutta Europa come località termale.
Le proprietà terapeutiche delle acque termali nella zona delle Terme di Chianciano erano infatti qià note già nell’antichità. Le principali sorgenti -Acqua Santa, Acqua Fucoli, Acqua Santissima e Acqua Sillene- sono la preziosa risorsa su cui si basano ancora oggi, le cure ed i trattamenti benessere di Terme di Chianciano; l’efficacia terapeutica delle acque è validate ai nostri giorni da costanti e sofisticate ricerche scientifiche.

Le sorgenti salutari avevano reso celebre la località di Chianciano Terme già in epoca romana,
tanto che il medico Antonio Musa le consigliò al poeta Orazio, il quale vi si recò e ne trasse giovamento.

In età romana furono edificate lussuose ville dotate di impianti termali come quelle rinvenute presso Mezzomiglio e le Camerelle.
Scarse le notizie sull’epoca altomedioevale, anche se la dedica della chiesa di Sillene a 5. Michele Arcangelo, situata nei pressi di un castellare, potrebbe far ipotizzare una fondazione di età longobarda nello stesso luogo del tempio pagano. Le fonti documentano un castrum presso la località Petroio, a breve distanza dall’Abbazia di 5. Pietro, oggi non più esistente.
Tra i sec. XII-XIII Chianciano Terme venne posseduta dai Conti Manenti, Signori di Sarteano.
In questo periodo si sviluppò per la sua felice posizione in prossimità della Via Francigena,
raggiungendo una certa autonomia giurisdizionale che culminerà nel 1287 con la promulgazione di propri Statuti.