Luoghi e Immagini Toscana

L’ abbazia di San Galgano e la Spada nella Roccia

abbazia San Galgano

abbazia San Galgano

La fondazione dell’ abbazia di San Galgano risale al 1218 e terminata poi dai monaci cistercensi nel 1288. Una struttura imponente che ha per tetto il cielo, un luogo quasi magico che ti toglie il respiro con i suoi giochi di luci ed ombre. Un’ opera Gotica ti così grande maestosità tale da essere unica in Italia nel suo stile, La particlarità di non avere copertura, la rende ancora più affine ai templi pagani (anche se la copertura fu tolta in seguito) perchè elemento sacro in contatto con la natura circostante.

San Galgano

San Galgano

L’abbazia raggiunse fino al XIV secolo, anche grazie al sostegno economico di Federico II
(noto alchimista e ricercatore del graal) una ricchezza e un rispetto notevole, tale da contenderla tra il papato e la Repubblica di Siena. Purtroppo dopo tanto splendore avvenne una grande decadenza, che la adibì addirittura a magazzino di materiale edili, vendendo addirittura il tetto di piombo per farne munizioni e trasformandola nel rudere che è oggi. Nonostante questo, o magari anche grazie a questo, mantiene oggi un’aura di unico mistero che inevitabilmente colpisce chiunque se ne avvicini.

La Rotonda di Monte Siepi è una chiesa dalla pianta circolare che riveste e custodisce la famosa spada nella roccia. Fu costruita dopo la morte di Galgano, laddove aveva vissuto per tanti anni in preghiera.

La cupola è costituita da cerchi concentrici e riporta ad un simbolismo pagano, essendo a pianta circolare come gli antichi templi; lo stesso bosco circostante ricorda anche emotivamente e spiritualmente, un’ara celtica/etrusca. La struttura è stata sempre particolarmente legata ai templari ed è per questo che si pensa che sia, anche tutt’oggi, uno degli ipotetici nascondigli del graal. La chiesa si trova su una collina ed è stato provato che nel pavimento sottostante ci sia una camera
vuota a cui mai è stata data l’autorizzazione per gli scavi. Ad oggi, cosa effettivamente quella camera conterrà, rimane un mistero.

Spada nella Roccia - San Galgano

Spada nella Roccia – San Galgano

La cappella del Lorenzetti riporta diversi affreschi, tra cui quello particolare della “Madonna con tre mani”  infatti la madonna con il bambino al centro della rappresentazione tiene in mano Gesù con due mani ma ha una terza mano che trattiene un bastone, il perchè di questo errore tutt’oggi è un mistero. La spada è stata sottoposta ad esami metallografici che ne hanno confermato l’autenticità quale arma antecedente al XII secolo.