Luoghi e Immagini Toscana

Vacanze di Pasqua 2017 in Toscana

Con l’arrivo della primavera e della bella stagione, la Toscana è il luogo ideale dove trascorrere le vacanze di Pasqua. Grazie all’incredibile patrimonio artistico delle città, le campagne e le colline con paesaggi che sembrano usciti da un quadro, i parchi costieri e un patrimonio culinario amplissimo, la Toscana offre innumerevoli possibilità dove trascorrere la Pasqua.

Le vacanze di Pasqua nelle città d’arte della Toscana

La Loggia dei Lanzi

La Loggia dei Lanzi e Palazzo Vecchio

Per gli amanti dell’arte e dei monumenti storici, la regione offre talmente tante opportunità che non è facile scegliere cosa visitare. Se avete a disposizione durante le vacanze pasquali un pò di tempo, il consiglio è dedicare almeno 2 giorni per visitare Firenze, certo non basteranno per ammirare tutte le bellezze che la città ha da offrire a chi la visita, un vero e proprio museo a cielo aperto.
Da visitare la Piazza del Duomo con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore e la sontuosa e bellissima cupola in mattoni disegnata dal Brunelleschi nel XIV secolo, e poi la Torre di Giotto il Battistero con la sua pianta ottagonale, risalente al XII secolo. Da non perdere a poca distanza dal Duomo, la splendida Piazza della Signoria, dove si puo’ ammirate lo splendido Palazzo Vecchio con la sua inconfondibile forma merlata di fronte al quale è situata una copia del David di Michelangelo (la statua originale si trova al Museo dell’Accademia), ed altre meravigliose statue collocate sotto la Loggia dei Lanzi.
Da Piazza della Signoria dirigendosi verso il fume Arno, si arriva a Ponte Vecchio, uno dei simboli della città, costruito nel 1300. Infine per godere di una delle più incredibili viste panoramiche sulla città, il consiglio è fare una bella passeggiata al tramonto per salire fino a Piazzale Michelangelo, il panorama vi lascerà a bocca aperta.
Il secondo giorno a Firenze puo’ essere dedicato alla visita dei musei piu’ importanti della città, recandosi alla Galleria degli Uffizi dove ammirare alcuni dei più importanti capolavori del rinascimento, le opere di Michelangelo, Leonardo Da Vinci e Sandro Botticelli solo per citarne alcuni.
L’altro museo da visitare è la Galleria dell’Accademia dove si trova la statua in marmo originale del David di Michelangelo.
Se avete ancora qualche giorno di ferie, potete spostarvi da Firenze per visitare prima Pisa e la celebre Piazza dei Miracoli dove si trova la famosa Torre Pendente ma anche il Duomo, il Battistero e Camposanto, e poi Lucca molto vicina e raggiungibile in circa mezz’ora definita la piccola venezia, priva di acqua ma racchiusa all’interno di imponenti e bellissime mura medievali.

Cercate di lasciare un giorno di ferie per visitare poi Siena, la regina del Medioevo. La città sorge su una serie di colline e quindi è caratterizzata da continui saliscendi. La prima tappa a Siena è la visita a Piazza del Campo, famosa per la sua particolare forma a conchiglia e per il Palio di Siena. Nella piazza se non soffrite di vertigini potete salire fino alla cima della torre di Palazzo Comunale e della Torre del Mangia, per avere a disposizione una spettacolare vista sulla piazza e la città. Molto bello anche Duomo, prezioso esempio di stile romanico-gotico italiano, con la sua splendida pavimentazione, il Battistero, la Cripta ed il Museo dell’Opera che ospita il meraviglioso polittico della Maestà di Duccio Buoninsegna del XIV secolo.

Le statue nella Loggia dei Lanzi

Le statue nella Loggia dei Lanzi

Pisa - Piazza dei Miracoli

Pisa – Piazza dei Miracoli

Siena

Siena

Pasqua nelle campagne toscane, Chianti e Val d’Orcia

San Giminiano

San Giminiano

Henri Desplanques sulla campagna Toscana diceva:

La campagna toscana è stata costruita come un’opera d’arte da un popolo raffinato, quello stesso che ordinava nel ‘400 ai suoi pittori dipinti ed affreschi: è questa la caratteristica, il tratto principale calato nel corso dei secoli nel disegno dei campi, nell’architettura delle case toscane. È incredibile come questa gente si sia costruita i suoi paesaggi rurali come se non avesse altra preoccupazione che la bellezza

Se avete intenzione di trascorrere le vacanze pasquali immersi nella natura e nella pace delle colline toscane, i luoghi adatti a voi sono sono le campagne fra Firenze e Siena; zona rurale meglio conosciuta con il nome di Chianti. Questa zona è famosa in tutto il mondo per l’ottimo vino rosso che vi si produce. Le campagne sono caratterizzate da colline ricoperte di vigneti alternati ad uliveti; viaggiando in auto ad ogni curva della strada si osserva una panoramica diversa.
Percorrendo la Via Chiantigiana da visitare è Greve in Chianti, borgo con una originale forma quadrata, qui si trova il Museo del Vino dove è possibile degustare oltre 200 etichette di vino della regione e visitare le attrezzature agricole. Altra tappa nel chianti è il piccolo paese di Panzano in Chianti, con le incantevoli antiche strade della borgo e Castellina in Chianti dove potete fare una passeggiata nel piccolo centro ed attraverso le mura della città.
Da Castellina, dirigendosi verso ovest si arriva a Poggibonsi e li a pochi chilometri sorge San Gimignano; la vista intorno al famoso borgo è incredibile con le torri medievali di San Gimignano che si alternano a colline e vigneti. Nel Chianti non mancate di assaggiare le specialità della cucina tipica toscana, accompagnando queste deliziose specialità con i famosi vini prodotti nella zona.

Altra area della Toscana famosa in tutto il mondo per i suoi paesaggi che lasciano senza parole e per gli ottimi vini rossi, è la Val D’Orcia. Potete trascorrere le ferie in uno dei luoghi piu’ belli al mondo, un territorio caratterizzata da dolci colline contornate da cipressi scuri, papaveri rossi e girasoli che rendono questi paesaggi una cartolina perfetta. La Val d’Orcia offre molto da vedere, dalle strade medievali di Montepulciano alle più piccole e pittoresche cittadine di Pienza, San Quirico D’Orcia e Montalcino. La zona è conosciuta in tutto il mondo per i suoi vini DOC Brunello di Montalcino e Montepulciano.

Val d'Orcia

Val d’Orcia

Pasqua al Mare in Toscana

Rimigliano

Rimigliano – San Vincenzo

Per gli amanti del mare, potete pensare di trascorrere le vostre ferie di pasqua in uno dei parchi costieri della Toscana. Se avete tempo potete dedicarvi a visitare una delle sette isole dell’Arcipelago, Isola d’Elba, Giglio, Giannutri, Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo. Oltre alle spiagge e ai fondali marini bellissimi, qui potete contare su una grandissima varietà di attività e tesori da scoprire: dalla rocce della Capraia al litorale dell’Elba a tante specie vegetali e animali da ammirare facendo snorkeling anche a pasqua. Se preferite restare sulla terra ferma potete visitare Il Parco della Maremma o Parco dell’Uccellina, che si estende lungo il tratto di costa compreso tra Principina a Mare e Talamone, delimitato all’interno dalla catena delle colline della Maremma. Il parco di estende per quasi 9.000 ettari. Dal punto di vista paesaggistico l’area è incredibilmente ricca di speci vegetali e animali. Nel parco si trova La palude della Trappola, uno dei più vasti lembi di palude salmastra della Toscana; luogo selvaggio da scoprire camminando, in bici o a cavallo, seguendo la rete dei sentieri che si sviluppano tra grotte, calette e punti di osservazione per il birdwatching.
Tanti gli itinerari da seguire dall’antico insediamento dell’Abbazia di San Rabano fino alle torri dei pirati saraceni tra il Parco dell’Uccellina e la foce dell’Ombrone.
Più a nord sulla Costa degli Etruschi si puo’ ammirare oltre allo stupendo mare, e alle pinete, le tracce degli Etruschi, nel Parco Archeologico di Baratti e Populonia; itinerari naturalistici che giungono a picco sul mare e le acropoli, i resti dei templi e gli insediamenti. Un viaggio nella Toscana Underground con il Parco Archeominerario di San Silvestro: visite che si snodano tra musei, gallerie minerarie, borghi di minatori e sentieri di interesse storico, archeologico, geologico e naturalistico. Sempre sulla Costa degli Etruschi Il Parco Costiero di Rimigliano e il Parco Costiero della Sterpaia, due angoli verdi che si affacciano sul mare, con dune di sabbia modellate dal vento e dal mare. Una costa selvaggia che spazia tra i colori del promontorio di Piombino e la limpidezza delle onde del mare.

Arcipelago Toscano

Arcipelago Toscano