Buonconvento, panorama

Buonconvento, Siena – Lo spettacolare borgo medievale immerso nelle crete senesi

Buonconvento è un piccolo borgo agricolo in provincia di Siena, situato nella valle del fiume Ombrone sulla via Cassia, completamente immerso nelle crete senesi. Il borgo conserva tutt’ oggi edifici civili e religiosi di epoca medievale risalenti al tempo in cui i morì Arrigo VII intorno al 1300, con il caratteristico centro storico circoscritto dalle rosse mura. Mura edificate dai Senesi nel periodo che intercorre tra il 1371 e il 1381, sono in mattoni con intorno, in alto, degli archetti integrati con all’ interno dei bei monumenti da vedere.

le mura di Buonconvento
le mura di Buonconvento

Le porte di accesso al borgo sono due: Porta Senese a nord e Porta Romana a sud.
All’ interno si trovano la Chiesa di San Paolo e Pietro, l’Oratorio di San Sebastiano, la Pieve di Piana, la Chiesa di San Lorenzo a Percenna, la Chiesa di San Bartolomeo, il Museo della Mezzadria Senese e il Museo di Arte Sacra della Val d’Arbia. Numerose anche le sagre cittadine dove è possibile assaggiare l’ottima cucina della zona, come i famosi pici, pasta lunga tipica della zona, al sugo di nana o cinghiale.

Buonconvento, cosa visitare

Il caratteristico centro storico medievale e le mura rosse, non sono le sole attrattive presenti nel Comune di Buonconvento. Da visitare l’interessante Palazzo Liberty Ricci-Socini che testimonia lo sviluppo dell’architettura del primo Novecento a Buonconvento, ed il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arabia, al cui interno sono conservati dipinti senesi risalenti al XV-XVI e XVII secolo, arredi liturgici e numerose sculture in legno e in marmo.
Fuori dal borgo a circa 5 km dal centro del paese, si possono visitare gli Scavi Archeologici di S. Cristina in Cajo, raggiungibili facilmente a piedi o in bicicletta, immergendosi così in un atmosfera che fa tornare indietro nel tempo all’ epoca degli uomini e donne romani che si insediarono nel territorio di Buonconvento.

La necropoli è molto antica databile tra il II secolo a.C. e la metà del VI sec. d.C., ed ha rivelato l’esistenza di un vicus con funzione di mansio di età romanica, esteso per circa due ettari e molto frequentato fino ai primi decenni dell’alto medioevo.

Altro sito molto bello, a 9 Km dal centro di Buonconvento è l’Abbazia di Monte Oliveto maggiore risalente al 1313 d.c. L’Abbazia si raggiunge percorrendo una strada immersa nel verde e nelle crete senesi. L’Abbazia fondata dai monaci Benedettini Olivetani è collocato in mezzo ai cipressi e svetta con i suoi mattoni rossi nella vallata. Accompagnati da un frate che fa da guida, è possibile visitare il chiostro (con affreschi del Sodoma), la chiesa con il coro intarsiato e la biblioteca, che racchiude antichi codici miniati. Presso l’abbazia è disponibile anche una foresteria che offre alloggio ai visitatori ed una rivendita di prodotti del monastero, famoso per il liquore “Flora“.

Le crete senesi