Fagioli all’uccelletto ricetta Toscana Originale

4.9
(42)

I Fagioli all’uccelletto sono una ricetta tipica della cucina povera toscana. Nella regione vengono chiamati anche Fagioli all’Uccelletta e sono un piatto molto gustoso, semplice e veloce da preparare a casa.



L’ingrediente prinicipale della ricetta, come si evince dal nome, sono i fagioli, legume che come i ceci, i bacelli o le lenticchie sono utilizzati in molte ricette tipiche della tradizione culinaria toscana.

Di fatto i fagioli all’uccelletto sono un contorno, ma in Toscana spesso vengono considerati e quindi consumati anche come piatto unico.

Prima di illustrarvi dettagliatamente come realizzare questa ricetta, ci soffermeremo sulla storia e le cuoriosità di questo piatto della tradizione toscana, così una volta che lo avrete preparato, lo mangerete con ancor più gusto e passione.



Sommario:

La storia dei Fagioli all’uccelleto e qualche curiosità

Come detto questo piatto affonda le sue origini nella tradizione culinaria dei contadini toscani, sopratutto delle campagne intorno a Firenze dove venivano e continuano tutt’oggi ad essere numerose le coltivazioni di varie qualità del legume come fagioli bianchi, fagioli rossi, i borlotti o i cannellini. L’utilizzo nell’aria fiorentina ha dato origine al detto toscano:

Fiorentin mangia fagioli, lecca i piatti e i romaioli

Di fagioli era appassionata Caterina de’ Medici che li coltivava nei suoi giardini utilizzando i semi ricevuti in dono da Alessandro de’ Medici per il matrimonio della nobile di origini francesi con Enrico II. Da queste sue coltivazioni ottenenne varie specie di fagioli tra cui i cannellini che ribattezzò toscanelli.

Ma perchè la ricetta si chiama fagioli all’uccelletto?

Sull’origine del nome ci sono varie ipotesi, una di queste è che in Toscana inizialmente il piatto venisse chiamato fagioli all’uccelletto scappato, per fare ironia sul fatto che fosse una preparazione molto povera, priva di carne; scappato che poi non comprave più nel nome visto che l’uccelletto comunque non veniva utilizzato per la preparazione del piatto.

Altri sostengono che il nome derivi da uno degli ingredienti usati, la salvia, utilizzata molto per cucinare piatti a base di cacciagione e dal detto toscano “Salvia salva!

Probabilmente la versione più attendibile riguardo il nome della ricetta si deve a Pellegrino Artusi che la riporta nel suo storico ricettario chiamandola “fagioli a guisa d’uccellini“, attribuendone il nome al fatto che per preparare il piatto si utilizzano ingredienti usati anche per dare più sapore agli uccelletti arrosto.

Caratteristiche

Come abbiamo detto nell’ introduzione i fagioli all’uccelletto hanno la caratteristica di poter essere mangiati come contorno risultando in questo caso un contorno piuttosto calorico, ma anche come primo piatto, rivelandosi in questo caso un piatto poco calorico. Consumati come primo piatto normalmente la dose consigliata va dai 250 gr. ai 300 gr. circa; come contorno la porzione consigliata va dai 120 gr. ai 150 gr.

La ricetta essendo ricca di fibre alimentari si sposa bene con qualsiasi tipo di dieta alimentare. Il discorso cambia se si applicano varianti alla ricetta, come l’aggiunta di salsiccia o rigatino in fase di preparazione. Varianti dei fagioli all’uccelletto che troverete sempre su Ciaotoscana.it

Dopo le curiosità e la storia della ricetta, vediamo come prepararla secondo la tradizione toscana e i consigli dell’Artusi.

Ricetta Fagioli all’uccelletto




Tempo Preparazione: 10 minuti
Tempo Cottura: 70 minuti
Tempo Riposo: 12 ore
Tempo totale: 80 minuti
Difficoltà: bassa
Costo: basso
Dosi: 4 persone

Ingredienti

  • 500 gr. di fagioli cannellini secchi (o già cotti al vapore)
  • 200 gr. di pomodori pelati
  • 2 spicchi d’aglio
  • Rosmarino
  • Salvia
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero macinato

Preparazione

Come prima cosa prendere i fagioli cannellini secchi, metterli in un recipiente con acqua fredda e tenerli in ammollo per circa 12 ore.
Se per preparare la ricetta utilizzerete fagioli già cotti al vapore ovviamente questo passaggio lo potete evitare. Passato il tempo necessario per l’ammollo lavarli bene e scolarli.

Fagioli Cannellini
Fagioli Cannellini

Mettere i fagioli scolati a cuocere nell’acqua senza aggiungere il sale; è importante far cuocere il tutto a fuoco molto lento per circa 2 ore, e prima che siano completamente cotti aggiungere un pò di sale, dopo un minuto scolarli.

Cottura fagioli a fuoco lento
Cottura fagioli a fuoco lento

A questo punto mettete a soffriggere utilizzando olio extravergine d’oliva, spicchi d’aglio interi in un tegame possibilmente di coccio. Quando l’aglio comincia a rosolarsi aggiungere il pomodoro tagliato a pezzetti e qualche foglia di salvia.

Soffritto per i fagioli
Soffritto per i fagioli

Quando il sugo riulterà denso, prendere i fagioli precedentemente preparati e aggiungerli al sugo, insaporite con sale e pepe secondo il vostro gusto e lasciate cuocere il tutto per 15 minuti circa.

Aggiungere fagioli al sugo
Aggiungere fagioli al sugo

Ecco che la ricetta dei fagioli all’uccetto è pronta per essere servita in tavola; servite i fagioli quando il tutto risulta ancora ben caldo, accompagnado i fagioli all’uccelletto con del buon pane toscano.

Questo articolo è utile?

Clicca sulle stelle per lasciare il tuo voto!

Media voti 4.9 / 5. Voti totali: 42

No votes so far! Be the first to rate this post.